Titolo Provvisorio

28 settembre 2022

Il futuro della politica di coesione alla Regio week del 10-13 ottobre

di Fiorella Lavorgna

Nel momento in cui l'Europa iniziava a riprendersi dalla crisi economica causata dalla pandemia da Covid-19, molte regioni sul confine orientale dell'Unione Europea si sono trovate ad affrontare l'emergenza dei rifugiati che ucraini.
Per dare assistenza a quei territori, la Commissione, tramite il programma Care, ha permesso che i fondi di coesione non ancora allocati potessero essere utilizzati per fornire assistenza ai rifugiati.
Tutto questo mentre le disuguaglianze in Europa stanno aumentando, e a livello europeo si inizia a ragionare su come la politica di coesione evolverà nei prossimi anni. Ci si inizia a chiedere per esempio se potrà avere un ruolo per aiutare chi sta le subendo le ripercussioni più forti dell'aumento dei prezzi per l'energia.
In che modo le città e le regioni stanno affrontando la sfida di accogliere chi è scappato dalla guerra e chiede asilo, mentre i cittadini devono fare il conto con l'aumento dei prezzi delle bollette e l’inflazione?
Queste sono alcune delle questioni di cui si discuterà durante la prossima edizione della settimana europea delle regioni e delle città. Una convention annuale organizzata dalla Commissione europea e dal comitato delle regioni, in cui ogni anno si fa il punto sulla politica di coesione.
Per partecipare all'evento è possibile iscriversi a questo link:

Trust Project
Riproduzione riservata ©

Tutti gli episodi

Vai all’archivio