Start

a cura della Redazione web

Episodio 22318 dicembre 2020

Start / Lockdown di Natale e Capodanno, quali regole dovremo seguire?

di Redazione web

Oggi mancano esattamente 7 giorni a Natale, ma con tutta probabilità quest'anno il Natale lo festeggeremo in quasi completo lockdown, così come il Capodanno. Sì, perché il Governo è pronto a varare una nuova stretta anti Covid per scongiurare il pericolo di una terza ondata di contagi a gennaio. Cosa significa in concreto? Cosa potremo fare e cosa no durante queste feste? Di questo parliamo oggi su Start

Trust Project
Riproduzione riservata ©

A seguire


  • Biglietti per treni e aerei esauriti su molte tratte nazionali, è un week-end di fuga prima delle festività natalizie nell'unica finestra disponibile per viaggiare tra regioni diverse. Lunedì scatterà infatti il blocco degli spostamenti tra regioni, fino al 6 gennaio. Ma cosa ci aspetta con l'inizio dell'anno nuovo? Speriamo non una terza ondata di pandemia, così anche le scuole riapriranno in presenza dal 7 gennaio come previsto. Molte regioni, però, non sono ancora pronte dal punto di vista di un piano di trasporto pubblico più adeguato, mentre le scuole cercano di spostare gli orari di ingresso e di uscita in fasce di minore affollamento su autobus, tram e metropolitane.

Episodi precedenti


  • Con l'8 dicembre inizia la maratona della Feste di Natale. Tra le novità del 2020 funestato dal Covid il piano del Governo per incentivare per incentivare gli acquisti tradizionali e i pagamenti elettronici. Per una volta, penalizzata la spesa online. Dalla Polizia postale arriva il tradizionale vademecum per evitare le truffe legate agli acquisti in Rete. Infine, la buona notizia rappresentata dai “contribuenti solidali”: cittadini e imprese che in tempi di crisi hanno comunque pagato le tasse nei tempi previsti, scegliendo di non avvalersi della facoltà di rinvio prevista dai decreti d'emergenza.


  • Cambio di colore per la Lombardia, che da domenica passerà dalla zona arancione a quella gialla: cosa cambia per gli spostamenti e la vita sociale dei cittadini. E poi un primo bilancio del Bonus bici, dopo che si è chiusa la seconda finestra per le richieste on line del voucher mobilità: autorizzati oltre 610mila acquisti sovvenzionati, con la legge di Bilancio si punta a replicare nel 2021. Infine, scopriamo la nuova funzione Carrello introdotta da WhatsApp a ridosso delle Feste (e degli acquisti) di Natale

  • Episodio 21712 dicembre 2020

    Start/ Spostamenti a Natale sì o no? Decide il Parlamento

    05:12

    Il governo starebbe pensando ad un allentamento del divieto di spostamento tra Comuni per nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Il ministro della Salute Speranza è contrario, ma il premier Conte apre: ”Deciderà il Parlamento”. Spostamenti o no, dovremo continuare a usare la mascherina, ma attenzione a quelle sartoriali: la Cassazione dice sì al sequestro se il marchio Ce non è visibile all'esterno della confezione. E infine mascherina è anche una delle parole più cercate su Google nel 2020, insieme a coronavirus, Dpcm, Maradona. E tra le domande più cliccate c'è anche: “Perché i Ricchi e Poveri si sono separati?”

  • Episodio 21813 dicembre 2020

    Start / L'Islanda apre le porte agli smart workers stranieri

    08:12


  • Dopo l'accordo raggiunto la settimana scorsa tra i leader europei sul bilancio dell'unione e l'annesso strumento di finanziamento Next Generation Eu, conosciuto come Recovery Fund, procede l'iter per sbloccare le risorse da utilizzare per la ripresa. L'Italia è al lavoro su un piano da 196 miliardi di euro, 74,3 andranno alla rivoluzione verde

  • Episodio 22015 dicembre 2020

    Start / Dal lockdown tedesco al vaccino (in Italia)

    07:21

    La Germania verso il lockdown sotto Natale. L'Italia si prepara al suo piano di vaccinazioni. Intanto, il Dl ristori si aggiorna con alcune novità per i contribuenti. Ne parliamo nella puntata di oggi di Start


  • Continuano ad oltranza i negoziati tra Gran Bretagna e Unione Europea per definire i dettagli del divorzio entro il 31 dicembre, fine del periodo di transizione. Il 1° gennaio le isole britanniche sono ufficialmente fuori. Ma che cosa cambia per l'Italia, per le imprese che hanno rapporti commerciali e i cittadini che lì lavorano o che ci vogliono andare?


  • Per l’ennesima volta, a partire dagli anni 70, l’Italia torna a modificare il metodo di valutazione degli alunni della scuola primaria, ovvero niente più voti espressi in decimi ma giudizi sintetici. Quattro i livelli previsti: Avanzato, Intermedio, Base, e In via di prima acquisizione. In questa puntata parliamo anche degli effetti di Dad e smartworking sul mercato degli affitti (in calo nelle grandi città) e sulla riscoperta del piacere della lettura da parte degli italiani dopo una lunga disaffezione

Tutti gli episodi

Vai all’archivio